Cause dell'ipoacusia

La causa dell'ipoacusia è da ricercarsi nell'orecchio esterno, nell'orecchio medio o nell'orecchio interno. Deficit uditivi che siano causate da un'anomalia dell'orecchio esterno o medio sono denominati "ipoacusie di trasmissione". I deficit derivati invece da danni presenti nell'orecchio interno sono denominati "ipoacusie neurosensoriali". Nel caso siano presenti entrambi, si parla di "ipoacusie di tipo misto".

Orecchio esterno

Normalmente si possono rimuovere rapidamente i tappi di cerume così come si possono curare velocemente le infezioni del condotto uditivo. È importante eliminare le cause in tutta rapidità per evitare l'insorgere di danni gravi.

Orecchio medio

Le cause più frequenti di disturbo che si manifestano nell'orecchio medio sono diverse infiammazioni, un danneggiamento del timpano e l'otosclerosi. Consiste in una calcificazione degli ossicini dell'apparato uditivo. La maggior parte dei danni di tal tipo possono essere rimossi con un trattamento farmacologico o un intervento chirurgico.

Orecchio interno

La maggior parte delle cause che provocano l'ipoacusia risiedono nell'orecchio interno. La capacità uditiva peggiora soprattutto con il passar degli anni. L'aumentata aspettativa di vita produce un numero sempre maggiore di anziani affetti da ipoacusia. Anche persone giovani, tuttavia, sono colpite in misura crescente dal fenomeno - solo circa un terzo di tutte le persone afflitte da ipoacusia sono in età pensionabile. Le cause sono il rumore e la musica ad alto volume, uno stile di vita caratterizzato da stress, ipertensione, alti valori di colesterolo nel sangue o il fumo. Tuttavia, anche determinati medicinali, ferite al capo o malattie, come un tumore al nervo acustico, possono provocare l'ipoacusia.
Ne consegue infatti un danneggiamento delle cellule sensoriali della coclea. È un disturbo che nella maggior parte dei casi non può essere trattato con farmaci, ma che può essere compensato dall'uso di un apparecchio acustico.